Lavorazione degli elastomeri

Gli elastomeri e la loro classificazione

Con il nome elastomero si indica una sostanza naturale o sintetica che ha le proprietà del caucciù, tra cui la capacità di subire importanti deformazioni elastiche riassumendo la propria dimensione una volta in posizione di riposo.

Gli elastomeri sono polimeri e si dividono in:

  • termoplastici (stirene, butadiene, polioelefine e co-polisteri) - vengono modellati nelle forme desiderate tramite estrusione e stampaggio a caldo e una volta stampati possono essere nuovamente fusi.
  • termoindurenti – vengono prodotti legando le catene di polimero le une alle altre attraverso l’uso di reattivi chimici, temperatura e pressione nel processo di vulcanizzazione. A causa di questa modifica della struttura, una volta modellati gli elastomeri termoindurenti non possono venire ulteriormente fusi.

Nell'industria della gomma, per classificare i vari elastomeri si fa riferimento alla norma ISO 1629 (derivata dalla precedente ASTM D 1418-79).

Il gruppo di appartenenza del polimero è indicato dall'ultima lettera del suo codice identificativo, la rimanente parte del codice definisce univocamente l'elastomero e fornisce alcune informazioni specifiche. Gli elastomeri del gruppo "M" contengono catene polimeriche sature di polietilene, quelli del gruppo "O" contengono atomi di ossigeno, quelli del gruppo "Q" contengono atomi di ossigeno e silicio, quelli del gruppo "R" contengono carbonio insaturo, quelli del gruppo "U" contengono carbonio, ossigeno e azoto.

Gruppo U
Gruppo R
Gruppo Q
Gruppo O
Gruppo M
TECNOGOMMA | SNC, Via Del Lavoro - 31059 Zero Branco (TV) - Italia | P.I. 03370850269 | Tel. +39 0422 485824 | Fax. +39 0422 487231 | info@tecnogomma.eu | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite